Aggiornamento sul film “Sogno Bielorusso”

Il film “Sogno Bielorusso” su youtube ha attualmente raggiunto un ritmo di circa 150 visualizzazioni a settimana. Dal 26 marzo il film è online su youtube nella versione ad alta qualità al nuovo link youtube.com/watch?v=UgKZ7Zn4nzU e quindi il conteggio delle visualizzazioni riparte da zero. Le precedenti versioni su youtube avevano raggiunto complessivamente oltre 1300 visualizzazioni.

Iniziano ad arrivarmi le email di chi ha visto il film. Nei commenti di chi scrive ritrovo quello che io stesso avevo provato quando avevo scoperto il film a dicembre 2012.

Mi scrive gente che non conoscevo e che ho avuto occasione di conoscere invitandoli a vedere il film:

Luisa: Ho appena finito di vedere “Sogno bielorusso” e sono travolta da tanti sentimenti diversi. Indignazione, incredulità, commozione, rabbia, vergogna di ignorare.

Riccardo: Ho ho visto il film, è straordinario, decisamente.

M.: A me è piaciuto il tuo lavoro. Un argomento difficile, dove non hai voluto chiudere gli occhi. Ben riuscito.

Andrea: Il film mi ha fatto tanta impressione. (…) Credi che potremmo organizzare una serata per fare una proiezione a Milano?

Il film su DVD

Per chi l’ha visto, gli è piaciuto, e vuole invitare un paio di amici (o un centinaio di sconosciuti) a vederlo, posso inviare il film su DVD.

Alcuni giorni fa ho ricevuto direttamente dal distributore del film un file sorgente “grezzo” (senza scritte in russo) ad alta qualità con il quale ho rimasterizzato il film nella versione italiana, per la distribuzione su DVD e su youtube. La nuova versione ad alta qualità è buona anche se visualizzata a tutto schermo, con un televisore o videoproiettore collegati al computer.

Il film è su un file AVI da 1,4 GB con codec video XviD e con audio MP3, formati molto diffusi riproducibili praticamente con ogni lettore multimediale (ad esempio VLC o KMPlayer).

Per chi volesse il film su DVD basta inviarmi un email all’indirizzo indicando l’indirizzo postale a cui devo spedire il DVD.

Confermo esplicitamente, per chi avesse dubbi in riguardo, che non vi è nessun problema relativo a questioni di diritti d’autore o cose del genere. Il distributore del film, il “Solidarity with Belarus Information Office”, è contentissimo che il film venga proiettato e che raggiunga quanto più persone possibile, come possiamo tra l’altro leggere nell’articolo sul loro sito “Wonderful! “Belarusian dream” went out to the people!”